All fields are required.

Close Appointment form

Filler a base di acido ialuronico per la profiloplastica della regione mandibolare

  • Home
  • Filler a base di acido ialuronico per la profiloplastica della regione mandibolare
Filler a base di acido ialuronico per la profiloplastica della regione mandibolare

Il costante sviluppo delle metodiche mininvasive in estetica facciale ha portato negli ultimi anni ad un progressivo incremento di richieste di trattamenti di medicina estetica. Tra questi l’uso del filler a base di acido ialuronico rappresenta in assoluto la metodica più utilizzata, in quanto basata su un prodotto naturale, presente già nell’organismo e, come tale, non a rischio di determinare pericolose reazioni da corpo estraneo.

Il profilo della mandibola da sempre rappresenta una regione del volto di particolare interesse per i risvolti estetici associati al suo trattamento. Differenti interventi chirurgici sono in grado di modificarlo, ma spesso si tratta di procedure invasive, che richiedono un post-operatorio lungo e disagevole. L’uso di un filler a base di acido ialuronico, in casi selezionati, può contribuire a perfezionare il risultato ottenuto con la chirurgia o, in alcuni casi, sostituirsi ad essa quando si tratta di una chirurgia estetica e non funzionale. I vantaggi sono notevoli, trattandosi di una procedura mininvasiva, da effettuarsi ambulatorialmente senza anestesia, con limitato edema post-operatorio e con risultati naturali ed immediati.

Il filler che utilizzo con questa indicazione è il Macrolane VRF 20, filler a base di acido ialuronico ad elevata coesività, con elevato cross-linking intermolecolare, in grado di offrire una consistenza adeguata alla regione trattata ed una durata dell’effetto di circa 1 anno.

Essenziale per ottenere simmetria e naturalezza è una corretta pianificazione delle aree da trattare. Presupponendo una simmetria di base del volto (che va accuratamente verificata), la metodica per stabilire i punti di infiltrazione varia in funzione che si stia trattando la regione dell’angolo mandibolare o del mento. Per ottenere una simmetria della regione dell’angolo mandibolare effettuo una misurazione precisa della distanza tra esso e tre punti di rifermento del volto, rispettivamente il trago (escrescenza cutaneo-cartilaginea difronte al padiglione auricolare), il canto esterno (angolo laterale dell’occhio) e la base dell’ala nasale; tale misura viene riportata nel controlato per definire con accuratezza la posizione corretta in cui infiltrare il prodotto. Per il mento più semplicemente, oltre a disegnare la linea mediana, proietto lungo il profilo mentoniero verticalmente le commissure buccali (angoli della bocca) e definisco cosi i punti di massima proiezione infero-laterale, di cui verifico la simmetria rispetto alla linea mediana con una attenta misurazione. In tal punto si effettua l’introduzione del prodotto.

Senza perdere mai di vista l’obiettivo di eleganza e naturalezza, scegliendo pochi e mirati punti di infiltrazione, si possono ottenere risultati molto soddisfacenti con il minimo sfrozo.

11
  • Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi