All fields are required.

Close Appointment form

Glutei

La Gluteoplastica Additiva è un intervento estetico che consiste nel modificare forma e volume dei glutei mediante l’utilizzo di uno specifico impianto in silicone di ultima generazione. Essa è in grado di dare risultati molto soddisfacenti, se eseguita da mani esperte e senza abbandonare mai il gusto per la giusta misura.

Durante la visita pre-operatoria va analizzata con molta attenzione la conformazione del gluteo della paziente per poter scegliere la protesi più adatta al caso specifico.

Le misure a disposizione sono tante, per poter bene adeguarsi alla corporatura della paziente, ma le forme possono essere sostanzialmente tre:

1_tonda, che tende a dare risultati più ‘evidenti’ soprattutto nel polo superiore per un fondoschiena più ‘procace’; senza esagerare con le dimensioni, fornisce comunque risultati naturali e piacevoli.

2_anatomica (a goccia) ha una forma che si avvicina a quella normale del gluteo, quindi fornisce la garanzia di elevata naturalezza. Il passaggio tra dorso e gluteo avviene in forma graduale e naturale, senza l’effetto ‘scalino’.

3_ovale (a goccia ma rastremata), nata con l’obiettivo di ‘copiare’ la forma del gluteo ideale, garantisce la massima naturalezza, sempre a condizione di usare volumi adeguati e proporzionati.

Il piano di alloggiamento è sostanzialmente unico, quello intramuscolare, cioè nel contesto del muscolo grande gluteo. La protesi potrebbe essere posizionata anche nel sottocute, ma il risultato sarebbe molto innaturale. Il posizionamento all’interno del muscolo risulta si più doloroso, ma la protesi è meglio coperta e quindi meno visibile. Vale infatti, come nel seno, la regola che maggiore è la copertura dell’impianto, minima sarà la sua visibilità per un risultato più naturale ed elegante.

L’intervento, della durata di circa due ore, viene eseguito in anestesia locale con sedazione profonda. Questo significa poter evitare l’intubazione ed il pernottamento in clinica, gestendo il ricovero in modalità day-surgery e potendo quindi anche risparmiare sui costi di clinica.

Le protesi vengono inserite attraverso due incisioni di circa 6-8 cm poste all’interno del solco intergluteo (spazio tra i glutei), risultando quindi poco visibili. Lo scollamento all’interno del muscolo richiede uno strumentario specifico e generalmente anche l’uso di un drenaggio aspirativo, a causa del rischio di sanguinamento leggermente più alto.
Nel post-operatorio la paziente assume una terapia antibiotica per bocca per sette giorni (prevenzione delle infezioni), associata ad una valida copertura antidolorifica ed alla protezione per lo stomaco. Indossa, inoltre, una guaina contenitiva (tipo da liposuzione) per un mese dopo l’intervento. I punti vengono rimossi all’incirca dopo 2-3 settimane. È fondamentale, per diminuire il rischio di riapertura delle ferite, evitare di sedere sui glutei per le prime 3 settimane e sospendere l’attività sportiva per i primi tre mesi dopo l’operazione.

Nell’immediato post-operatorio i glutei possono risultare innaturali, rigidi e poco mobili, questo avviene soprattutto in relazione al gonfiore ed alla contrattura che inevitabilmente il muscolo sviluppa. Possono essere necessari dai 2 ai 6 mesi per acquisire la naturalezza e mobilità desiderate.

Il lipofilling può essere effettuato anche a livello dei glutei, con il fine principale di volumizzare, ma anche con quello di rigenerare il tessuto, considerando l’elevato contenuto di cellule staminali presenti nel grasso purificato.

Quantitativi elevati di grasso possono essere prelevati da differenti aree corporee sede di lipodistrofia, per essere centrifugati o decantati e poi re-iniettati, al fine di aumentare il volume complessivo dei glutei (finalità estetica).

L’impianto di grasso nei glutei deve avvenire al di sotto della cute ed all’interno del muscolo grande gluteo, privilegiando i quadranti superiori (supero-interno e supero-esterno) la cui proiezione dona al fondoschiena un aspetto complessivamente più tonico e giovanile.

Il vantaggio principale di questa tecnica sta nella possibilità di evitare l’uso della protesi per l’incremento volumetrico del gluteo. Esistono però dei limiti che consistono nell’esigenza di ripetere più volte la procedura per ottenere un incremento considerevole e nella necessità di quantitativi considerevoli di grasso dalle zone donatrici, che non sempre sono presenti (pazienti particolarmente magre).

Il lipofilling è dunque una tecnica innovativa, poco invasiva, poco dolorosa, che non lascia cicatrici visibili e che non comporta l’utilizzo di corpi estranei. Va però eseguita da personale esperto e con le opportune indicazioni al fine di evitare risultati poco soddisfacenti.

L’intera procedura può essere eseguita in sedazione ed anestesia locale, in regime di Day-Surgery, non necessitando di ricovero.

Lividi e gonfiore compaiono in particolare nella sede di prelievo del grasso più che sui glutei, ma vedrete un miglioramento già dopo due-tre settimane. Per poter valutare il risultato definitivo della procedura bisognerà aspettare circa 3 mesi, tempo di attecchimento del grasso iniettato.

Questa pratica di chirurgia estetica consiste nell’uso di una radiofrequenza bipolare (BodyTite), in genere associata ad una liposuzione controllata, in grado di consentire lo scioglimento del grasso, la sua rimozione e soprattutto la retrazione cutanea in caso di flaccidità.

In questa maniera si riesce a risolvere l’eccesso tissutale (cute e sottocute) senza la sua rimozione chirurgica, evitando, dunque, o riducendo, cicatrici che, anche se localizzate nel basso ventre e ben nascoste dalla biancheria intima, sarebbero molto estese.

La procedura può essere effettuata in regime di Day-Surgery, prevedendo però una sedazione a cui associare anestesia locale. L’intervento viene eseguito attraverso piccole incisioni dell’ordine di pochi millimetri, nascoste in punti poco visibili (pieghe naturali dell’organismo). In esse viene introdotto l’elettrodo a radiofrequenza che, riscaldando cute e sottocute in modo controllato, causa la contrazione dei setti fibrosi (coloro che collegano pelle e muscolo) che con il tempo perdono tonicità. Dopo di ciò segue la classica liposuzione che rimuove l’eccesso di grasso con maggiore facilità ed efficienza e, soprattutto, in modo meno traumatico.

Gonfiore e lividi, seppur presenti, sono in genere limitati e di breve durata.

I risultati saranno apprezzabili fin da subito, ma per evidenziarli appieno si dovrà attendere la risoluzione dell’edema post-operatorio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi